Veneto e Catalogna stessa legittima lotta per l’Indipendenza

Lettera del Prof.  Ivo Papadia inviata all’ Associazione culturale  WSM Venexia Capital  a proposito del contestato diritto del Veneto all’Indipendenza.

Veneto e Catalogna stessa legittima lotta per l’Indipendenza

I professori D. Trabucco e M. De Donà, nell’ intervento pubblicato sulla ” Nuova Venezia ” di giovedì 9 febbraio, sostengono, con cognizione di causa, la coerenza della sentenza del Tribunale costituzionale spagnolo, che ha negato il diritto della Catalogna ad autoproclamarsi indipendente e sovrana, perché tale diritto contrasta con la Costituzione del 1978 che sancisce il principio di sovranità ed integrità dello Stato spagnolo.

g4th4y

Il medesimo tribunale, tuttavia, non ha potuto far a meno di evidenziare la possibilità che ciò possa avvenire, in forma democratica,attraverso la procedura di revisione costituzionale prevista dall’ ordinamento stesso. Questa possibilità, costituzionalmente legittima per la Catalogna, in quanto incontrerebbe solo limiti di natura procedurale, a parere dei due succitati giuristi non sarebbe applicabile al diritto per l’indipendenza del Veneto. i due professori Sostengono, infatti, che tale richiesta incontrerebbe dei ” limiti materiali ” nel principio di indivisibilità della Repubblica italiana, sancito dall’ art. 5 della sua Costituzione, principio supremo della Carta che impedirebbe qualunque modifica dello stesso. Mi sono sforzato, senza riuscirvi, di capire in cosa consistano questi ” limiti materiali ” che impedirebbero la revisione costituzionale dell’ articolo in questione, anche ricorrendo alla vulgata molto di moda ” chez nous ” della esistenza di una Costituzione in senso materiale prevalente, a piacere, su quella scritta e formale. Ma anche volendo dare valore legittimo e cogente a tale italico sofisma, resta da chiarire se sia da rispettare quanto sancito nell’ ultimo articolo della nostra Costituzione. L’ articolo 139  infatti, recita in maniera encomiabilmente sintetica:” La forma repubblicana non può essere oggetto di revisione costituzionale. “. Se la logica ha un senso, da tale affermazione che non fa cenno alcuno all’esistenza di ” limiti materiali “, discende che tutti gli articoli della Costituzione possono essere sottoposti a revisione colla procedura aggravata prevista dall’articolo 138. L’ unica modifica  costituzionalmente illegittima resterebbe quella della forma repubblicana. Di conseguenza non ritengo costituzionalmente illegittima la possibilità’ per il Veneto di pervenire all’ Indipendenza applicando  una revisione costituzionale dell’ articolo 5 attraverso la procedura aggravata sancita nell’articolo 138.  

thomas-jefferson-life-story

 Thomas Jefferson si arrovellò a lungo sul problema di quanto dovesse durare una Costituzione. Alla fine sostenne che una Costituzione non potesse durare più a lungo di una generazione. E perché? ” Perché – disse – i padri non hanno alcun diritto di decidere del futuro dei figli ” .

.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...