VENEZIA È CAPITALE PER ANTONOMASIA

di Renzo Fogliata ( tratto da ‘Dal Campanile al Cielo’ )

fogliata2
Renzo Fogliata

“La Repubblica Veneta ha lasciato segni indelebili persino nel modo stesso di essere cittadini e nel rapporto con lo Stato. E poi la concretezza, l’operosità, la creatività, la solidarietà, la cultura della pace, il rispetto della proprietà, la non criminalizzazione della ricchezza e, nel contempo, la lotta alla povertà, la voglia di uno Stato dalla mano leggera, il culto della Giustizia.

12395295_924824780899591_552933017_nTutto questo, prima ancora che la consapevolezza di derivare da uno degli Stati più moderni e floridi d’Europa (consapevolezza che dipende dal grado di cultura, che è cosa diversa dalla scolarizzazione), rende attualissima l’idea della rifondazione di un Veneto Stato, che oggi sarebbe florido, coeso e solidale come una nuova Svezia; e pianterebbe le proprie radici non in centocinquant’anni di conflitti e ambiguità, ma in oltre millequattrocento anni di gloria.

Diapositiva1Il leghismo non ha saputo intraprendere una strada netta, inequivoca, ed ha anzi lanciato una lunga serie di segnali contrastanti e contraddittori. Ha respinto la cultura. Se i parlamentari leghisti avessero almeno imposto, dalla loro prima affermazione politica nel 1994, la gestione della cultura e della scuola, anteponendola a quella del capitale, oggi avremmo generazioni di giovani difficilmente abbindolabili con falsi miti unitari e consapevoli del proprio passato.

Solo così, con la conoscenza, si procede correttamente e, soprattutto, solo così si possono leggere gli eventi che oggi ci travolgono. La mancanza di conoscenza e, peggio, la pseudocultura imbibita di ideologia nazionale italiana rendono i cittadini veneti incapaci di giudicare e di individuare la via d’uscita. Basta una partita di calcio della nazionale italiana per far procedere centinaia di migliaia di pecore verso il burrone, alcune entusiaste, altre rassegnate. E ciò ad onta del fatto che la soluzione sia dietro l’angolo: gli studi attuali dicono che se venti miliardi di residuo fiscale rimanessero nel Veneto, le tasse sarebbero quasi azzerate e la nostra economia ripartirebbe di slancio. Com’è possibile non capire?

DSC_0612

E poi il Leone di San Marco è un simbolo che ha una potente forza evocativa, anche presso molti che sanno poco o nulla; un simbolo quasi ancestrale nei Veneti.
La macro-regione del Nord non è una risposta al malessere dei Veneti, perché segue logiche esclusivamente economico-fiscali.

Il Veneto è molto di più. È già una nazione, ricca di lingua e storia, arte e cultura, mare e montagne, con venetofoni che vivono ancora sull’altra sponda dell’Adriatico, con una presenza plurisecolare in tutta la Grecia, con luoghi come il Brasile dove il veneto è la seconda lingua ufficiale dello Stato del Rio Grande do Sud, con una città come Venezia che non ha pari al mondo sotto alcun profilo.

E Venezia è capitale per antonomasia. Le sue architetture testimoniano che ha dominato i mari ed i traffici europei per secoli e secoli.

La pretesa dell’Italia di relegarla per sempre a provincia, nel senso deteriore del termine, ma soprattutto di trasformare la sua enorme vicenda storica in folclore e fenomeno da campanile non ha ormai più alcun appiglio.

Diapositiva1

Esaurita l’onda lunga della seconda guerra mondiale e degli assetti che ne sortirono, fiaccati i conflitti destra – sinistra ed i miti di Costituzioni miracolose e Resistenza imperiture, la Storia veneta riemerge come un fiume carsico e si riassesta riprendendo il posto che le spetta nello scacchiere europeo.”

Annunci

One thought on “VENEZIA È CAPITALE PER ANTONOMASIA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...