Futuro del Forte di Sant’ Andrea

30 zenaro 2016 – Incontro pubblico sala granda San Leonardo.
Futuro del Forte di Sant’ Andrea.                                                                                                                                                  
A nome dell’ Ass. WSM Venexia Capital, ringraziamo Marco Gasparinetti per l’invito a questo importante incontro pubblico .
La Ns Associazione Culturale WSM Venexia Capital e’ nata esclusivamente con l’obiettivo di tutelare e valorizzare la storia , cultura e tradizioni venete, e oggi  e’ lieta di esprimere la propria opinione riguardo all’imminente passaggio del forte Sant’ Andrea da bene Demaniale a bene Comunale.

Come gia’ detto (da chi ci ha preceduto nella conferenza) trattasi di un sito storico monumentale emblematico e importantissimo per la millenaria storia della Repubblica di Venezia , simbolo dell’impenetrabilita’ di una porta d’accesso a Venezia, aperta ai commerci con tutto il Mediterraneo… ma impossibile da oltrepassare per le flotte navali nemiche .


Pertanto qualsiasi intervento di restauro , valorizzazione , eventuale gestione Comunale,
privata opubblica che sia dovrebbe ( deve ) garantire il mantenimento della specificita’ e unicita’ del monumento storico , nell’assoluto rispetto della sua secolare funzione .

 

“PAR NDAR VANTI … A VOLTE DOVARESSIMO VOLTARSE INDRIO“
Dovremmo fare tesoro degli errori , orrori commessi nel recente passato
per non commetterne altri in futuro …
Ricordiamoci ad esempio del lascito testamentario di Teodoro Correr :
(da La Gazzetta di Venezia, 26 febbraio 1830: “tutta la sua facoltà mobile, immobile, azioni, ragioni, crediti abbiano a servire di patrocinio a questa sua Pubblica istituzione, ch’egli pone a tutela della Città di Venezia”) , esplicitamente il Correr voleva che il museo fosse destinato a raccogliere e salvare dalla dispersione dei tesori artistici e culturali,
di cui Venezia in passato abbondava … purtroppo oggi questo museo sembra dichiaratamente riservato alle occupazioni straniere post 1797; in bella mostra troviamo:
la statua di Napoleone ( riteniamo inutile elencare le atrocita’commesse ai danni di        Venezia e del Veneto ) ,
un museo del Risorgimento italiano (?)
una mostra permanente dedicata alla principessa Sissi d’ Austria( soggiorno’ ben 30  giorni a Venezia ) ….

12632969_10153899071987152_2142762642_o

Per far spazio a queste mostre ed esposizioni si sono sacrificati ed  occultati secoli di
Storia veneta ( tra cui cimeli del doge Francesco Morosini ) nelle soffitte del palazzo, ben inscatolati destinati all’oblio …
Facciamo tesoro di queste improvvidi ed impropri usi di patrimoni storici… difendiamo la nostra storia e difendiamo il forte di Sant’ Andrea , che deve rimanere l’emblema di Venezia per eccellenza .

IMG_3153

Venezia si ritrova oggigiorno con grossi problemi economici, che non le permettono di gestire beni di sua’ proprieta’ come dovrebbero….nonostante 1 miliardo di euro annuo di residuo fiscale ( differenza tra dare e avere , tasse versate allo Stato Italiano ) …. siamo sempre costretti ad elemosinare tristemente contributi allo Stato  o affidare a privati la gestione di beni pubblici .
Onore a tutte le associazioni, gruppi di cittadini che cercano di opporsi alla privatizzazione, a tutti coloro che vorrebbero mantenere tutto pubblico ed autogestito , mossi da volonta’ e cuore … ma bisogna fare anche i “conti della casalinga “ per rendersi conto che certe manutenzioni necessitano decine di milioni di euro …
Il Forte dovrebbe essere inserito tra i patrimoni Unesco e dovrebbe godere di contributi europei per la sua manutenzione.
Come associazione WSM , ci possiamo solo augurare,  promettendo che lotteremo con tutte le nostre forze, affinche’ venga valorizzata la parte storica, rimanga bene pubblico e godibile da tutti i cittadini .

Sarebbe opportuno sfruttare il forte allestendo anche delle mostre permanenti sulla storia veneziana.  Materiale storico veneziano, nascosto in magazzini e soffitte ne abbiamo in abbondanza… diamogli aria e valorizziamolo.                                                                         Sarebbe doveroso creare un  bel museo sui “ fanti de mar “ , veneziani, greci, albanesi , schiavoni … fanti de mar  di tutto l’Adriatico che contribuirono a rendere Venezia Serenissima per secoli .

Concludendo, l’associazione WSM Venexia Capital si augura che il progetto e il passaggio di consegne Stato- Comune avvenga nell’assoluto rispetto dello spirito marciano, grazie al quale per oltre un millennio ha difeso e tutelato tutti i beni artistici, architettonici della nostra amata Venezia. Ora tocca a NOI .
Par tera , par mar … viva san marco !!!

Video: Forte Sant’ Andrea – Venezia

11952776_1054642987913123_7577107925562453344_o

Advertisements

One thought on “Futuro del Forte di Sant’ Andrea

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...